Intervista a Mattia Mozzicato, ex corsista Galdus Academy, ora stagista presso il Centro Easy di Galdus.

By 23 marzo 2016EASY, news

Intervista a Mattia Mozzicato, ex corsista Galdus Academy, ora stagista presso il Centro Easy di Galdus.

La tua esperienza con la Galdus Academy?

E’ iniziata a settembre 2016 con l’iscrizione al Corso d’esperto nell’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati dopo aver svolto un colloquio di selezione.

E’ stata un’esperienza positiva, quello che faccio adesso nasce da lì.

E’ stata un’esperienza positiva anche dal punto di vista umano, ho incontrato colleghi di corso che sono persone assolutamente valide, che sento ancora adesso, e docenti assolutamente in gamba.

Quali competenze hai maturato frequentando il corso di esperto dell’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati?

All’inizio il corso si è incentrato sul rapporto con l’utenza, la conoscenza della disabilità, le problematiche e la normativa vigente. Abbiamo anche approfondito la normativa sulle cooperative sociali, le politiche attive e le riforme collegate all’inserimento lavorativo.  Una parte del programma è stata dedicata alla comunicazione legata all’utenza e alle imprese. L’esperto nell’inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati si rapporta come mediatore tra l’impresa e l’utenza per garantire il pieno soddisfacimento dell’inserimento lavorativo.  Abbiamo studiato una parte legata all’ergonomia della disabilità per poter sviluppare un progetto d’inserimento dell’utenza anche a livello tecnico, predisponendo la postazione di lavoro nel modo migliore, più funzionale. Nell’ambito dello svantaggio sociale, abbiamo fatto un’esperienza sul campo visitando il carcere di Monza, abbiamo trattato l’inserimento lavorativo dei detenuti e di persone in libertà vigilata. Durante il corso abbiamo incontrato numerose realtà: abbiamo ricevuto in aula professionisti di agenzie di selezione del personale, abbiamo visitato l’istituto di  Unione Nazionale dei Ciechi e degli Ipovedenti, dove abbiamo intrapreso il “percorso dialogo nel buio” e altre fondazioni.

Quali esperienze professionali hai intrapreso in relazione al corso?

Il corso prevedeva la possibilità di fare uno stage curriculare, ne ho svolto uno di un mese presso l’Istituto dei Ciechi di Milano, un’esperienza davvero bella e molto formativa. Ho imparato molto e sono stato seguito in maniera eccellente.

Dopo lo stage curriculare sono stato contattato dal dottor Bandini, direttore del settore lavoro di Galdus, per un colloquio conoscitivo e alla fine mi è stato offerto uno stage che ho accettato volentieri.  Durante questo stage sto valorizzando il mio percorso formativo, mettendo in pratica molte cose che ho imparato sia nell’inserimento lavorativo in generale, sia in riferimento all’utenza svantaggiata.

Un consiglio che daresti a coloro che si iscrivono ai corsi della Galdus Academy?

Consiglio di vivere appieno l’esperienza nonostante i corsi siano intensivi. Non si tratta solo d’imparare, ma di fare un percorso di crescita. Chiedere, fare domande, approfondire, non lasciarsi trasportare in modo passivo. Per me il corso è stata la porta verso un mondo che avevo guardato dall’esterno, per il quale non mi ero formato specificamente. E’ stato un percorso valido e che mi è servito.

Privacy Policy
Indietro
X