video Youtube
Vieni a scoprire come ottenere un titolo di studio lavorando!
L’apprendistato di primo livello (ex art. 43 D. Lgs. 81/2015) è un contratto di lavoro per la formazione e l’occupazione dei giovani, finalizzato al conseguimento di un titolo di studio: qualifica professionale, diploma professionale, diploma di istruzione secondaria superiore, certificato di specializzazione tecnica superiore (IFTS).
Per il successo di un percorso di apprendistato di primo livello c’è bisogno di tre attori principali:
L’apprendistato di primo livello prevede periodi di formazione a scuola, on the job e attività lavorativa.
Quando un giovane desidera acquisire un titolo di studio tramite l’apprendistato di primo livello, può rivolgersi a uno degli enti formativi accreditati dalle Regioni e chiedere di essere supportato nella ricerca e nell’accompagnamento al lavoro. Se ha già un’azienda interessata ad una possibile collaborazione, il servizio placement dell’ente si mette in contatto con l’azienda per stipulare un piano formativo individuale, una sorta di programma che accompagnerà il contratto di lavoro fino al titolo di studio da conseguire. Quando un ragazzo si presenta in Galdus, cerchiamo di conoscerlo, di capire le sue aspettative, i suoi sogni e misurare con lui la fattibilità della sua scelta. Rivediamo il suo curriculum vitae, simuliamo un colloquio di lavoro, ci soffermiamo sugli aspetti critici e lavoriamo con lui per superarli, lo affianchiamo attivamente nella ricerca di aziende che possano rispondere alle sue aspettative.
L’apprendistato di I livello può essere attivato in qualsiasi momento dell’anno e segue un calendario differente rispetto a quello scolastico, in quanto devono essere conciliate le esigenze lavorative dell’impresa e quelle formative dell’istituzione scolastica o formativa.
Giovani di età compresa tra i 15 e i 25 anni che non abbiano ancora conseguito un titolo di studio superiore. Per i giovani dai 15 ai 25 anni l’apprendistato rappresenta l’opportunità di formarsi, di acquisire competenze sul campo e contemporaneamente conseguire un titolo di studio, con un contratto di assunzione.
L’Apprendistato di primo livello prevede periodi di formazione a scuola e in impresa, per un periodo di almeno sei mesi, fino al conseguimento della qualifica o del diploma professionale.
Il progetto prevede una pressoché costante presenza dell’apprendista presso l’azienda tra ore di lavoro e ore di Formazione Interna anche in assetto on the job, e una parte di ore presso l’ente formativo (Formazione Esterna) per il raggiungimento del titolo di studio.
Non esistono vincoli di settore per l’attivazione dell’apprendistato
  • è garantita la possibilità di raggiungere il titolo di studio non in maniera tradizionale ma attraverso un contratto di lavoro.
  • è previsto un monitoraggio e supporto dell’apprendista durante tutto l’arco del percorso grazie alla figura di un tutor
  • è corrisposta una retribuzione seppur minima
  • è un’occasione di inserimento in una realtà lavorativa
  • non è preclusa la possibilità di proseguire con il percorso di studi
Mohamed Hamde: ‘Tecnoservice Srl’
Hamde è un ragazzo di 17 anni, nato in Egitto. Dopo alcune esperienze scolastiche faticose, ha iniziato l’apprendistato di primo livello come elettricista presso la Tecnoservice Srl. “All’inizio abbiamo pensato soprattutto all’oggettiva convenienza, di natura economica, nell’inserire un apprendista all’interno del nostro organico”, afferma il titolare dell’azienda, Vincenzo Tufo, “oggi confermo di essermi portato a bordo un vero e proprio collaboratore a tutti gli effetti!” Hamde racconta:”Si tratta di un lavoro che mi è piaciuto da subito e gradualmente sto imparando sempre più. Il ‘capo’ mi dà sempre più fiducia e questo mi motiva molto! Ho molta voglia di fare e il mio desiderio è quello di crescere professionalmente per potermi garantire un buon futuro e aiutare la mia famiglia.”
Filippo Pollini: ‘Al Cantinone’
Filippo Pollini è un giovane studente-lavoratore da poco maggiorenne, giunto in Galdus dopo la qualifica presso un istituto alberghiero. Filippo ha iniziato a lavorare in qualità di Aiuto Chef ‘Al Cantinone’ di Milano, dove sta proseguendo il suo percorso di studi per ottenere il titolo di Tecnico di Cucina. “Al lavoro mi trovo veramente bene, e anche a scuola mi sento molto seguito dai professori e ho legato molto con i compagni” confida il ragazzo. Il datore di lavoro è già intenzionato a tenersi stretto il giovane apprendista. “Ho ottimi rapporti sia con i miei colleghi, sia con il mio datore di lavoro – aggiunge Filippo – che si mostra sempre disponibile e mi tratta come se fossi un figlio”.
Caterina Colozzi
HR Operations Manager – Eataly
Quali sono i vantaggi e opportunità dell’apprendistato in sistema duale? L’ opportunità che viene data dal nuovo apprendistato è soprattutto per chi ha scelto un percorso formativo volto all’apprendimento di una professione. Per noi azienda, poter essere partner attivo della scuola e sviluppare il percorso insieme al ragazzo ci dà l’opportunità di avere risorse che abbiano già condiviso la nostra modalità di lavoro, le nostre tecniche da inserire nel contesto aziendale. E’ molto diverso far fare una prova al giovane con le strumentazioni che un ente di formazione ha, per quanto all’avanguardia, e farlo invece lavorare in azienda con le strumentazioni che il ragazzo incontrerà nei luoghi di lavoro, vivendo le dinamiche reali del lavoro. Se il percorso è finalizzato a svolgere una professione ci si aspetta che quando ha finito il suo percorso formativo sia già pronto per entrare in azienda.
orientamento@galdus.it
02-49516201
Via Pompeo Leoni, 2 Milano