Formazione dirigenti

Sviluppo delle abilità personali

Lo sviluppo delle abilità personali, permette il potenziamento delle competenze trasversali che permettono, a chi svolge ruoli apicali e di management, di gestire meglio e più adeguatamente situazioni difficili ed impreviste, della vita professionale. Le soft skills sono competenze personali, sociali o metodiche che non hanno niente a che fare con le conoscenze tecniche ma che meglio descrivono le proprie abilità e le caratteristiche personali.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

DURATA 24 ore

La leadership è oggi tra le abilità cruciali richieste al Management di qualunque organizzazione. La norma ISO 45003:2021 – relativa alla gestione dei rischi psicosociali sul lavoro – integra lo standard ISO 45001 e individua la leadership come un fattore sociale che, quando disfunzionale, può avere effetti negativi sulla salute psicologica dei lavoratori. Essere un buon manager significa quindi non solo gestire efficacemente il lavoro e le persone, ma creare anche un ambiente lavorativo positivo.
La leadership assume, pertanto, un’importanza strategica nella gestione dei rischi psicosociali, contribuendo a rafforzare l’engagement dei lavoratori e promuovendo il benessere organizzativo e individuale. Anche l’OMS, per la prima volta nella storia, ha raccomandato la formazione di manager e dirigenti per lo sviluppo delle loro capacità di prevenire ambienti di lavoro stressanti.
È pensato in 3 moduli consequenziali dedicati allo sviluppo e al rafforzamento di competenze manageriali, comunicative ed emotive:

• Leading Yourself
• Leading Others
• Leading the Organization

DURATA 8 ore

Negoziare è un’abilità chiave, qualunque sia l’ambito e la posizione ricoperta. Ogni giorno intraprendiamo vere e proprie negoziazioni: trattiamo il prezzo di un servizio o un di prodotto, un’idea, un progetto, un cambio di ruolo, l’adozione di una normativa, ecc. Ci confrontiamo con diversi interlocutori intraprendendo discussioni finalizzate a raggiungere un obiettivo: il nostro. Ma anche la controparte ha il suo obiettivo che cerca di perseguire nei suoi migliori interessi. Nessuno è disposto a cedere e ciò può generare fatica e frustrazione, con il rischio di ripiegare su soluzioni che lasciano una delle parti insoddisfatta.
Come è possibile gestire con successo una trattativa e trovare un accordo che entrambe le parti ritengono accettabile? È possibile giungere a una soluzione che massimizza i nostri interessi pur lasciando la controparte soddisfatta? Quali strategie adottare per condurre una negoziazione, evitando tensioni e conflitti improduttivi?

Questo corso mira a fornire ai partecipanti le basi della negoziazione e i modelli principali per migliorare da subito le proprie capacità di trattare con gli altri. L’approccio è quello della negoziazione strategica, cioè consapevole, che consente di definire chiaramente il proprio obiettivo e arrivare preparati al “tavolo”, pronti per gestire obiezioni e resistenze con flessibilità, adottando con intelligenza, eleganza ed etica gli strumenti propri dei migliori negoziatori.

DURATA 16 ore

Saper comunicare in pubblico con autorevolezza e carisma rappresenta un significativo vantaggio per i professionisti di ogni campo, soprattutto per coloro che, in un’azienda, ricoprono posizioni importanti e strategiche. Essere un buon comunicatore è importante in diverse circostanze: nel momento in cui si presenta un nuovo progetto e si deve essere incisivi nel trasmetterne il valore; in occasione di uno speech aziendale; rivolgendosi al proprio team; nella circostanza in cui si deve gestire un’emergenza in azienda.
Qualunque sia la necessità e i nostri interlocutori, sia che si tratta di una grossa platea o di poche persone, non andrebbe mai sottovalutato il potere che le parole e il modo in cui queste vengono trasmesse ha sulle persone che ci ascoltano. Comunicare è una grande responsabilità e un contenuto importante rischia di perdere valore ed efficacia se non trasmesso adeguatamente. In pubblico, la fiducia, la sicurezza e l’autorevolezza con cui ci poniamo è ciò che fa la differenza.

Questo corso mira a fornire, in modo pratico ed esperienziale, le basi della comunicazione in pubblico, con strumenti e strategie per essere ancora più incisivi e carismatici quando ci si trova a parlare davanti ad altre persone.
Plus: il corso può essere integrato e personalizzato con un modulo interamente dedicato alle regole fondamentali per progettare un supporto visivo (slides) veramente efficace ed impattante, che valorizzi il contenuto verbale dello speech, rendendolo ancor più coinvolgente, chiaro e persuasivo.

DURATA 16 ore

Il linguaggio è una forma straordinariamente complessa di comunicazione, frutto di millenni di evoluzione. Durante la crescita, acquisiamo le abilità linguistiche in modo naturale e inconsapevole, ponendo spesso poca attenzione all’impatto che le parole – la via preferenziale di connessione con gli altri – possono avere sulle nostre relazioni, personali e professionali. Qualunque sia il contenuto e l’obiettivo del messaggio, una comunicazione “impulsiva e superficiale” rischia di minare il rapporto di fiducia e l’apertura con il nostro interlocutore, creando un spaccatura via via più difficile da sanare. Inoltre, proprio relazioni interpersonali disfunzionali e conflittuali sono un potenziale fattore di stress che concorre ad accrescere il malessere psicofisico, anche nei contesti organizzativi. Saper padroneggiare il processo comunicativo, identificare gli stili comunicativi propri e dell’altro, così come saper ascoltare in modo attivo ponendo le giuste domande, sono alcune delle strategie chiave per rafforzare la nostra assertività ed essere più persuasivi, migliorando significativamente la nostra capacità di mediare i potenziali conflitti e creare spazi di opportunità.

Lo scopo di questo corso è fornire ai professionisti strumenti pratici e spunti applicativi per sviluppare la propria «Intelligenza Comunicativa» nell’interfacciarsi con un collega, un cliente, un collaboratore o un superiore. Un uso più consapevole e costruttivo del linguaggio e della comunicazione nelle varie circostanze quotidiane, è un’abilità fondamentale per avere maggiore successo nel lavoro e nelle relazioni,  promuovendo la fiducia, l’empatia e il benessere tra tutti gli attori in gioco.

DURATA 8 ORE

Conciliazione vita-lavoro e genitorialità sono oggi temi molto discussi, sempre più attuali e sempre più critici. Li stiamo gestendo nel modo giusto? Quali sono le sfide e le opportunità per le organizzazioni che intendono affrontare seriamente questi temi? In un mondo del lavoro sempre più dinamico e in continua evoluzione, è essenziale affrontare le complesse questioni legate alla genitorialità con una prospettiva ampia, informata e consapevole, che contempli una riflessione anche culturale oltre che tecnico-normativa. Questo corso si propone di esplorare in profondità il ruolo cruciale che la genitorialità svolge nell’ambito lavorativo, esaminando non solo gli aspetti tecnici come la PDR 125:2022, ma entrando in profondità sul senso e sul significato della genitorialità in azienda: analizzeremo le sfide dell’essere genitori, l’orientamento della cura, i codici affettivi e gli stili educativi che influenzano il nostro modo di interagire sia in famiglia che sul posto di lavoro. Inoltre, esploreremo gli elementi evolutivi della genitorialità e la loro intersezione con l’etica del lavoro e le performance aziendali, al fine di comprendere appieno queste dinamiche e come si possa costruire un ambiente lavorativo solidale che parta anche da una riformulazione delle barriere insite nei ruoli e nelle aspettative dei generi. In un’epoca in cui la diversità e l’inclusione sono al centro del dialogo sociale e aziendale, comprendere e affrontare le sfide legate alla genitorialità è essenziale per creare ambienti lavorativi più equi, sostenibili e produttivi per tutti.

Il percorso mira ad offrire una panoramica dettagliata degli aspetti fondamentali per il sistema di gestione della parità di genere (PdR 125:2022) e una visione profonda del significato della genitorialità nei contesti lavorativi odierni. L’obiettivo è quello di aiutare le organizzazioni a rendere davvero efficaci i progetti e le iniziative su questi temi, rendendoli veri asset di valore.

DURATA 16 ore

Questo corso è allineato con la PDR 125:2022 sulla parità di genere, una prassi di riferimento che promuove l’adozione di misure per ridurre le disuguaglianze di genere all’interno delle organizzazioni, contribuendo a creare un ambiente di lavoro più equo e inclusivo. Nonostante gli interventi legislativi volti a rimuovere gli ostacoli alla piena partecipazione delle donne, il mondo del lavoro non ha ancora superato discriminazioni di genere come la segregazione verticale e orizzontale e le differenze retributive. Inoltre, la stessa categoria femminile non riesce talvolta a riconoscere a scardinare bias, pregiudizi e stereotipi di genere che possono caratterizzare la società e la specifica cultura organizzativa.

Il corso, nella direzione di un maggior empowerment femminile, intende fornire strumenti per rafforzare la propria identità di ruolo in azienda, sviluppare competenze di leadership femminile e aumentare la consapevolezza del proprio valore utilizzando la comunicazione assertiva.
L’obiettivo è contribuire a contrastare le disuguaglianze di genere attraverso la decostruzione di stereotipi e pregiudizi, favorendo dinamiche inclusive e rispettose della soggettività, stimolando il superamento delle rigide rappresentazioni del maschile e del femminile, passaggio essenziale per permette di aumentare l’efficacia personale e professionale.

DURATA 16 ore

1. Elementi di Base della Strategia d’Impresa:
Dal processo di strategic management all’applicazione operativa

2. Strategic Positioning:
Analisi in logica operativa e manageriale.
Connessione con l’economics d’impresa e il benchmarking competitivo

3. Analisi dell’Ambiente Esterno:
Strumenti per codificare le logiche strategiche alla base di un business

4. Oltre la Strategia Convenzionale:
Dalla lettura dell’ambiente esterno al set-up del business model

5. Business Model Design e Strategic Management Process:
(Ri)progettazione di un’azienda
Integrazione in un modello di business esistente

6. Business Model Design e Strategic Management Process:
Dalla pianificazione di un business al suo scale-up nei mercati internazionali

DURATA 16 ORE

1. Elementi di Organizzazione Aziendale:
Il paradigma delle 3P e la sua applicazione operativa
Dall’Analisi Organizzativa allo Sviluppo Organico
Valutazione della solidità e sostenibilità a medio-lungo termine di un’organizzazione

2. Processi, Mansioni e Ruoli:
Declinazione in chiave organizzativa
Esperienze a confronto di aziende attualmente in trasformazione strategica e organizzativa

DURATA 4 ore

1. I principi fondamentali della gestione del tempo
La matrice della produttività
Consigli pratici e tecniche per ottimizzare il proprio tempo e quello dei propri collaboratori

2. Prestazioni, competenze e motivazioni individuali
La mappatura delle competenze
Compensation Plan e sistemi incentivanti

DURATA 16 ore

Il corso esplora i processi che stanno dietro alla creazione, al funzionamento ed al mantenimento di un team di lavoro e fornisce tecniche per rendere il team affiatato e performante. I partecipanti verranno stimolati ad essere parte di una squadra, condividendo obiettivi, decisioni e risultati. Gli argomenti trattati riguarderanno i 4 tipi di gruppi di lavoro: funzionale, interfunzionale, di progetto, aziendale.

Elementi fondamentali per costruire e garantire il funzionamento di un gruppo di lavoro; Importanza dell’obiettivo in un team: come strutturarlo per facilitare la condivisione; Ruoli all’interno del team: differenza tra ruoli formali e ruoli funzionali; Le performance e gli strumenti di valutazione; Il ruolo del manager; La cura della comunicazione all’interno del team; Tecniche di comunicazione efficace e di ascolto attivo.

DURATA 16 ore
Uno dei fenomeni più evidenti manifestatosi negli ultimi anni è la trasformazione della società in una realtà sempre più variegata e multiculturale. Anche le aziende sono realtà eterogenee, basti pensare che al loro interno spesso convivono professionisti provenienti da differenti paesi e culture. La diversità è una ricchezza! Eppure rischia spesso di diventare causa di incomprensione.
Come è possibile trasformare la multiculturalità in un punto di forza dell’azienda? Quali comportamenti è opportuno mettere in atto per gestire al meglio un team multietnico?

In risposta a tali quesiti, il corso vuole fornire le basi necessarie per costruire una squadra multiculturale partendo proprio dalle differenze di ciascun membro. L’obiettivo è quello di generare un team di carattere inclusivo ed aperto al confronto, capace di portare avanti i processi lavorativi in piena armonia e nel rispetto delle differenze.

DURATA 16 ore

Coordinare un gruppo di lavoro significa sempre gestire la diversità dei suoi componenti, per evitare che emergano antagonismi o conflitti: il giovane rampante con l’anziano esperto, la donna con il misogino, lo straniero con l’autoctono e così via. Più piccolo è il gruppo e più è facile che questi problemi si manifestino impattando negativamente sulla capacità produttiva.

Il corso si rivolge a chiunque coordini un gruppo di lavoro, proponendo metodi e strategie di leadership che considerano un valore le differenze personali e generazionali, dalle quali è possibile ricavare maggior efficienza, innovazione, senso di appartenenza.

DURATA 16 ore

Negli ultimi anni il tema del “well-being” ha preso molto piede nell’impostazione e nell’implementazione di politiche aziendali atte a dare maggiore risalto all’importanza della persona sul luogo di lavoro. Eppure indagini e rilevazioni svolte a livello nazionale dimostrano che sono ancora poche le imprese che hanno deciso di muoversi in tale direzione e, in molte aziende, il problema di fondo non è tanto da trovare nelle intenzioni di “fare qualcosa” ma piuttosto nell’incapacità di “fare la cosa giusta”.

Quali sono gli strumenti favorevoli alla creazione di un ambiente lavorativo sereno? E fino a che punto il comportamento di ciascuno di noi può fare la differenza? Durante il corso verranno trattati i fattori che sono alla base del benessere fisico, psicologico e sociale di ciascun individuo inserito all’interno di un contesto aziendale e si vuole altresì dimostrare quanto sia importante incentivare l’utilizzo di nuovi strumenti operativi (ad es. smart working) al fine di garantire una migliore organizzazione del lavoro e nel contempo il benessere dei lavoratori.

DURATA 12 ore

Quante volte in azienda si gestiscono situazioni critiche spesso improvvise, dovute a fattori esterni o ad un’esigenza di rispondere al mercato. In quelle situazioni è difficile mettere a fuoco rapidamente le cause, ed è quasi impossibile evitare di essere completamente assorbiti dall’urgenza di trovare una soluzione.
Il corso vuole mettere a disposizione di chi, ogni giorno, coinvolto o responsabile di uno o più processi aziendali, desidera avere una chiara consapevolezza sulle vere cause di eventuali ‘malfunzionamenti’ di processo, senza abbassare le performance individuali e di team. Attraverso alcuni esempi pratici si apprende come individuare rapidamente in quale particolare ‘momento’ e ‘luogo’ si è creato un disallineamento tra persone, processi e tecnologie per agire tempestivamente e limitare costosissimi sprechi di tempo e risorse.

L’obiettivo principale del corso è insegnare il metodo per gestire con sicurezza e consapevolezza le complessità dei moderni processi aziendali. Per farlo si ricorre ad esempi pratici e ad attività d’aula in modo da trasformare la teoria in memoria esperienziale, immediatamente applicabile al proprio lavoro. Durante il corso saranno trattati i seguenti argomenti: analisi e mappatura di processo, metodologie per l’allineamento tra persone, processi e tecnologie, evolutionary gap analysis, costruzione dei KPI e definizione degli obiettivi, dimensionamento e allocazione delle risorse, risk assessment e disaster recovery, analisi dei profili comportamentali e delle asimmetrie informative, ownership v.s. leadership, analisi degli impatti tra innovazione e tecnologie abilitanti.

Innovazione

La formazione relativa a tematiche di innovazione vuole fornire spunti e suggerimenti per apportare miglioramenti o cambiamenti di processo ed organizzativi al fine di un efficientamento delle attività.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

DURATA 6 ore

1. Introduzione a ChatGPT: fondamenti e potenzialità per le Imprese:

Una panoramica completa su cosa sia ChatGPT, come funziona, e le sue applicazioni pratiche per le imprese

2. Marketing con Chat GPT:
Come ChatGPT può essere integrato nelle strategie di digital marketing, inclusi la creazione di contenuti, la gestione dei social media, la personalizzazione delle comunicazioni con i clienti

3. Analisi Dati e Decisioni Strategiche con ChatGPT:
Come utilizzare ChatGPT per l’analisi dei dati aziendali, la generazione di reportistica finanziaria, l’interpretazione di metriche chiave, e il supporto alla presa di decisioni strategiche

DURATA 16 ore

1. Elementi di Analisi di Mercato:
Impostazione e rilevanza per ogni iniziativa di business

2. Dalla Definizione del Mercato ai suoi Trend:
Importanza della comprensione delle variabili chiave
Declinazione in ottica operativa

3. Dall’Andamento dei Trend all’Analisi del Business:
Esplorazione dei trend di mercato
Analisi di casi aziendali correlati

4. Comprensione e Utilizzo dei Dati in Chiave Manageriale:
Costruzione dell’Action-Plan
Strategia d’attacco al mercato

DURATA 10 ore

1. Sostenibilità aziendale e le tre dimensioni: sociale, economica e ambientale:
Climate Action 100+
Reputazione
Obiettivi per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

2. SASAB: Sustainability Accounting Standards Board:
Il ruolo delle banche e il GAR, Green Asset Ratio
Finanza Sostenibile

3. Applicazione dei criteri ESG nelle aziende:
Green Washing
Bilancio di sostenibilità
Global Reporting Initiative

DURATA 24 ore

Blockchain = Bitcoin? WRONG!
Bitcoin (o criptovalute in genere) non è che una delle innumerevoli possibili applicazioni di una tecnologiarivoluzionaria che sta rivelando sorprendenti capacità trasformative in molteplici ambiti e che porta con sé un potenziale cambio di paradigma che impatterà sia sul piano sociale che su quello economico.
Comprendere lʼecosistema Blockchain è ormai diventato un passaggio obbligato per chi vuole guadagnarsi un ruolo da protagonista in un futuro molto prossimo.

Il corso non è destinato ad esperti informatici che desiderano capire COME funziona Blockchain, ma ad imprenditori ed innovatori che vogliono conoscere COSA si può (e si potrà) fare con Blockchain. Sarà pertanto privilegiato un approccio pratico e concreto, saranno analizzate le attuali applicazioni attraverso casi reali di aziende, enti e comunità; sarà anche possibile scendere nel concreto delle realtà partecipanti al corso e prospettare applicazioni legate allo specifico settore o area di business.

DURATA 12 ore

1. Generare una Start-up con il Design Thinking:
Approccio creativo alla creazione di nuove imprese

2. Dai Metodi Creativi al Fine-tuning dell’Idea di Business:
Utilizzo di tecniche creative
Elevator test per affinare l’idea

3. Utilizzo del Business Model Design:
Rendere coerente l’idea di business con il suo effettivo funzionamento

4. Gestione dell’Idea con il Teaser:
Spiegazione dettagliata dello sviluppo dell’idea, incluso il suo aspetto prospettico

5. Analisi di Casi Reali:
Confronto tra start-up di successo e insuccesso
Approfondimento delle ragioni di tale esito

Sicurezza e security

La formazione consente alle aziende, non solo di adempiere agli obblighi formativi in ottemperanza alla normativa vigente in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, ma anche  individuare e valutare le vulnerabilità, le minacce e le debolezze all’interno di un sistema di sicurezza, a protezione dei dati, delle informazioni e delle risorse aziendali.. I corsi preparano i lavoratori a comprendere le situazioni e adottare comportamenti corretti e virtuosi per proteggere la propria salute e quella dei colleghi.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

DURATA 8 ore

Viaggiare, per molte attività lavorative costituisce una prassi oltre che un’esigenza e di conseguenza le imprese e i datori di lavoro devono farsi carico della sicurezza dei propri dipendenti durante tutte le trasferte. Il contesto internazionale presenta scenari emergenziali sempre più frequenti, aumentandone la complessità e, aumentando di conseguenza il livello di attenzione sui i rischi intrinsechi ai Paesi di destinazione. Un mondo che va nella direzione della multipolarità e quindi maggiore probabilità di conflittualità tra stati, per questo l’analisi delle trasferte deve essere ora più che mai attenta a tutte le fasi. Molti sono infatti i pericoli ai quali i viaggiatori possono andare incontro: dagli eventi naturali estremi, come un uragano o un’alluvione, dall’essere coinvolti in proteste violente, essere rapiti, subire attacchi informatici o spionaggio industriale. Queste e molte altre minacce possono ledere la sicurezza e la salute dei viaggiatori e rappresentare una criticità per il business e per la continuità operativa. È quindi evidente che le aziende devono essere in grado di gestire, anticipare e prevedere questi fenomeni attraverso personale competente e consapevole.

Il corso mira ad approfondire la gestione aziendale di questi Travel Risks, allineandosi con gli obblighi di legge, con lo standard internazionale UNI ISO 31030, e con le pratiche del Duty of Care, aiutando così le imprese a prendersi cura del proprio personale viaggiante.

DURATA 8 ore

Nell’attuale contesto, caratterizzato da un clima di generale incertezza, è davvero essenziale per ogni azienda, pubblica e privata, focalizzare la propria attenzione su una corretta gestione dei rischi. L’Enterprise Risk Management è un processo trasversale che permette di prendere decisioni consapevoli basate su una corretta identificazione e conoscenza del profilo di rischio dell’azienda. Tale processo, definito a livello di standard e norme, riguarda manager di ogni settore e, in particolare, chi opera nelle funzioni “risk driven” (safety, security, information security, business continuity, internal audit, …). Nelle nuove norme ISO 9001:2015 e ISO 14.000: 2015 è esplicitata la necessità di costruire processi e strutture utilizzando un approccio “risk based thinking”. Lo sviluppo di processi decisionali «consapevoli», la responsabilizzazione sul governo dei rischi a tutti i livelli aziendali, la tutela della reputazione, il contesto legislativo e normativo, rappresentano alcune delle principali motivazioni che hanno spinto, o che spingeranno, le imprese italiane a focalizzare sempre più l’attenzione sulla gestione dei rischi.

Il corso si pone l’obiettivo di approfondire conoscenze e competenze su leggi e standard di riferimento, sul processo di gestione del rischio oltre che sulle modalità e strumenti strategici e organizzativi da adottare.

DURATA 8 ore

Perché le procedure e le contromisure di sicurezza non vengono rispettate? Perché molte persone sembrano non “vedere” alcune minacce e prendono decisioni in modo apparentemente superficiale? Perché comportamenti molto pericolosi finiscono per diventare la normalità? La risposta a queste domande riguarda i meccanismi psicologici e sociali attraverso cui ciascuno di noi, inconsapevolmente, interpreta gli eventi e l’ambiente circostante, stimando, spesso in modo erroneo, le possibili fonti di rischio. Chi opera nell’ambito della sicurezza deve tenere in considerazione che le persone si preoccupano solo dei pericoli che percepiscono e che, pertanto, se un evento non è valutato come una minaccia, esse saranno meno motivate a tutelarsi e ad adottare comportamenti sicuri, rendendo sé stesse e l’organizzazione in cui operano più vulnerabili.

Il corso si propone di fornire un’introduzione alla psicologia della sicurezza e del rischio, per comprendere i fattori cognitivi ed emotivi che influenzano le decisioni e il comportamento umano in relazione alla sicurezza e implementare azioni correttive che possano colmare il gap tra rischio calcolato e rischio percepito.

DURATA 8 ore

Oggi il fenomeno della violenza sta assumendo un peso non più trascurabile. Tutti, in modo diretto e indiretto – talvolta subdolo – siamo esposti alla violenza che spesso rischia di non essere riconosciuta e, quindi, di venire tollerata come normale espressione della quotidianità. La violenza, infatti, non è solo fisica, e le condotte violente risultano in crescente aumento tra le mura domestiche, ma anche nei luoghi di lavoro, compromettendo il benessere di chi la subisce, la reputazione di chi la mette in atto e la rispettabilità dell’organizzazione. Questa situazione ci pone di fronte alla necessità di affrontare il problema attraverso un approccio più complesso, consapevole e strutturato. La promozione di spazi sociali e lavorativi sempre più sicuri e tutelanti diventa una responsabilità condivisa in cui tutte le funzioni sono chiamate a contribuire informando, educando e sensibilizzando i dipendenti. Quali sono gli obblighi normativi che i datori di lavoro sono tenuti ad osservare e quali standard possono aiutarli a sviluppare dei sistemi di gestione efficace della violenza? Che cosa prevede la valutazione del rischio violenza e come si svolge? Quali benefici e vantaggi ne derivano? Il corso mira ad offrire alle aziende un quadro di riferimento chiaro e attuale sulla workplace violence.

Affronteremo il fenomeno complesso della violenza approfondendo il concetto nelle sue varie sfumature e manifestazioni con focus specifici relativi alle minoranze e alle categorie maggiormente colpite. I temi trattati nel corso sono dunque fondamentali per il sistema di gestione per la parità di genere (PdR 125) e Diversity & Inclusion.

DURATA 8 ore

Il presente e il futuro vedono nuove sfide in termini di governance e cyber risk management. Il trend dei crimini informatici è infatti in costante crescita e sistemi di sicurezza informatica inadeguati, rispetto ai rischi dell’organizzazione, possono avere significative conseguenze operative, finanziarie, legali e reputazionali. La spinta data dagli organi nazionali ed europei in ottica degli impatti descritti, ha portato ad avere un quadro normativo più completo, ma anche molto più tecnico e complesso. Il Regolamento DORA, che mira a conseguire un elevato livello di resilienza operativa digitale; la Direttiva NIS2, che stabilisce le misure volte a garantire un livello elevato di cybersicurezza nell’Unione Europea; la Direttiva CER che comporta obblighi di rafforzamento della resilienza e della capacità di fornire i servizi considerati essenziali per il mantenimento di funzioni vitali della società o delle attività economiche. In funzione di ciò, la formazione e la consapevolezza sono ancora le aree principali in cui le organizzazioni possono e devono aumentare gli investimenti, preparando le proprie persone, sia a livello operativo che Corporate.

Il corso si pone l’obiettivo di fornire un aggiornamento puntuale sugli aspetti normativi attuali e sugli strumenti organizzativi di awareness funzionali alla comprensione delle tematiche in essere.

DURATA 8 ore

Cosa significa organizzare una manifestazione pubblica e, soprattutto, quali e quanti pericoli si nascondono dietro ad un evento collettivo di qualunque natura? Conoscere e saper mettere in atto protocolli adeguati per gli eventi è fondamentale per gestire momenti di aggregazione che necessitano di grande attenzione, cura e pianificazione, per evitare situazioni di grave pericolo per l’incolumità dei presenti, come invece, purtroppo, accade. La conoscenza approfondita delle procedure e la formazione relativa all’organizzazione degli eventi in sicurezza diviene prioritaria per permettere, agli addetti ai lavori nel campo della security e agli organizzatori, la gestione più adeguata e sicura di ogni evento secondo nuovi principi di integrazione e sinergia tra pubblico e privato.

Questo corso di formazione ha quindi lo scopo di introdurre e sensibilizzare al tema, riconoscere l’importanza e la pervasività che l’organizzazione sicura degli eventi può avere sulla buona riuscita delle manifestazioni e, soprattutto, sulla vita dei cittadini e della comunità locale. L’obiettivo è dotare i partecipanti degli strumenti fondamentali per redigere un piano di prevenzione ed emergenza per affrontare eventi e grandi eventi in sicurezza, nonché fornire loro le capacità tecniche, organizzative ed emotive per gestire l’emergenza in modo adeguato, efficiente ed efficace.

DURATA 8 ore

In situazioni di emergenza è necessario adottare una comunicazione che favorisca un efficace scambio di informazioni tra tutte le figure coinvolte e finalizzata a gestire la paura. Il corso si propone di fornire conoscenze e strumenti al fine di porre in essere strategie comunicative adeguate in situazioni di crisi e di emergenza (crisi aziendali, disastri naturali, emergenze sanitarie), unendo alle tradizionali competenze tecnico professionali quelle di esperti del settore.

L’obiettivo è allora dotare i partecipanti di risorse comportamentali, gestionali ed emotive, per favorire la reazione tempestiva alla crisi, gestire rapidamente ed efficacemente la selezione e diffusione dei dati, la definizione del proprio storytelling, preservare e contenere il rischio reputazionale, tenendo presente il profilo di chi riceve la comunicazione.

DURATA 8 ore

Nella società odierna, le donne spesso si ritrovano in situazioni pericolose che le fanno sentire vulnerabili. Questo può verificarsi non solo in luoghi isolati o durante trasferimenti casa–ufficio o viaggi, ma anche sul posto di lavoro, dove potrebbero essere oggetto di discriminazione di genere o micro-aggressioni. Le donne possono trovarsi a dover affrontare situazioni in cui la loro sicurezza è minacciata, ed è essenziale fornire loro gli strumenti per gestire tali circostanze in modo sicuro ed efficace. “A difendersi si impara” è un’opportunità formativa che, edizione dopo edizione, è diventata un vero e proprio format.

Il corso è composto da sessioni di formazione e momenti di esercitazione condotti da esperti di sicurezza e psicologi, il cui obiettivo è promuovere la consapevolezza in merito alla violenza di genere ed insegnare strategie efficaci per difendersi, in linea con l’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 (parità di opportunità tra donne e uomini nello sviluppo economico e l’eliminazione di tutte le forme di violenza nei confronti di donne e ragazze).

DURATA 24 ore

La natura e la portata degli eventi emergenziali che ci hanno colpito dal 2020 ad oggi, nonché la durata e la straordinaria contingenza con cui si sono susseguiti e spesso sovrapposti, hanno messo in luce la fragilità dei nostri sistemi sociali e organizzativi di fronte a crisi e scenari inattesi. L’impossibilità previsionale e la debolezza immaginativa riguardo a quanto potrà accadere, non devono costituire un alibi all’affidabilità e alla capacità di accettare l’improbabile e governare l’inatteso.

Il progetto di formazione GECO è un percorso integrato e sistemico che  nasce per fornire ad aziende, organizzazioni ed istituzioni pubbliche e private le basi teorico-pratiche fondamentali per la gestione di emergenze e crisi, stimolando una visione strategica di quanto sta accadendo e riflettendo sulle lezioni imparate, in un’ottica di crescita ed evoluzione.
Il progetto formativo è strutturato in un modulo sul Crisis & Emergency Management e uno sul Change & Future Management, entrambi trattati dalla duplice prospettiva, individuo-organizzazione.

DURATA 36 ore

Il corso vuole formare i partecipanti sugli strumenti di monitoraggio e i processi di controllo in azienda in ambito sicurezza.

In particolare durante il percorso formativo verranno trattati i seguenti argomenti:
Obbligo normativo: responsabilità
Cultura aziendale: creazione della cultura della sicurezza in campo
Identificazione dei fattori in campo e la prevenzione
Training: agire sui comportamenti del personale
Healthcare: garantire la salute e la sicurezza nel tempo
Controllo e gestione degli indicatori per le corrette decisioni per migliorare i processi
La digitalizzazione integrata in azienda per la semplificazione dei processi.

DURATA 16 ore

Il corso fornisce gli strumenti per identificare i rischi di progetto, partendo dalla definizione, dall’analisi dei rischi e dai processi di gestione.

Durante il percorso formativo verranno trattati i seguenti argomenti:
L’analisi dei dati aziendali riconducibili alla salute e sicurezza degli ambienti di lavoro come previsto dalla normativa vigente
Strumento a disposizione delle figure responsabili aziendali
Modalità di monitoraggio e controllo dei dati aziendali
L’importanza dei dati aziendali per la programmazione degli adempimenti previsti dalla normativa vigente
L’importanza dell’elaborazione dei dati aziendali per un confronto statistico dell’andamento aziendale

DURATA 24 ore
Il corso fornisce gli strumenti per analizzare e migliorare i processi aziendali.

Durante il percorso formativo verranno trattati i seguenti argomenti:
I processi aziendali: l’importanza ed il loro significato
Definizione le risorse coinvolte nei processi aziendali
Monitoraggio dei processi aziendali
La scelta dei processi aziendali da migliorare basandosi sulla mission e sulle priorità dell’organizzazione
Il personale coinvolto nel miglioramento dei processi riconducibili alle attrezzature e macchine presenti in azienda
Analisi e controllo del flusso dei processi aziendali riconducibili ad uno specifico contesto/comparto (produzione e magazzino)
L’eventuale analisi dei processi integrativi e la loro importanza (produzione e magazzino)
Riepilogo degli esiti dei processi e predisposizione del programma di miglioramento

DURATA 16 ore
Il corso ha l’obiettivo di fornire ai dirigenti per la sicurezza competenze e conoscenze in materia di sicurezza sul lavoro tenuto conto della peculiarità delle funzioni dettate dall’incarico conferito. I riferimenti normativi su cui si basa il presente progetto sono Art. 37 del D.Lgs 81/08 e ss.mm.ii. , Punto 6 All. dell’Accordo CSR n. 221 del 21/12/2011 e Accordo CSR n. 128 del 07/07/2016.

Il programma prevede approfondimenti giuridico-normativi, aggiornamenti tecnici, aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza e fonti di rischio.
Saranno affrontati 4 moduli:
Modulo 1: Giuridico – Normativo
Modulo 2: Gestione ed organizzazione della sicurezza
Modulo 3: Individuazione e valutazione dei rischi sorveglianza sanitaria.
Modulo 4: Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori

DURATA 6 ore

Il corso di aggiornamento si sviluppa su una durata di 6 ore, come previsto dalla normativa di riferimento ed è rivolto ai lavoratori che hanno assunto la carica di Dirigenti per la Sicurezza in azienda. Essi hanno l’obbligo di essere aggiornati rispetto alle peculiarità connesse allo specifico ruolo.
La metodologia didattica utilizzata prevede di partire dall’esperienza dei lavoratori per aggiornare le conoscenze e le competenze quindi, anche sulla durata relativamente breve, si procederà con un approccio concreto e interattivo con lo scopo di facilitare gli apprendimenti.

Il programma didattico si articolerà secondo i seguenti contenuti:
Approfondimenti giuridico-normativi
Novità in merito all’organizzazione della sicurezza aziendale
Individuazione e valutazione dei rischi
Responsabilità e doveri del Dirigente per la sicurezza in azienda

Economics

La formazione in ambito amministrativo ha l’obiettivo di potenziare l’organizzazione dei processi amministrativi, fornire elementi di gestione del business e strategia aziendale sotto l’aspetto economico.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

DURATA 24 ore

1. Elementi di Base del Bilancio:
Stato patrimoniale, conto economico e rendiconto finanziario
Utilizzo manageriale di tali elementi

2. Il Bilancio in Ottica di Business:
Principali indicatori di performance per valutazioni specifiche
Equilibrio patrimoniale, economico e finanziario di un’azienda

3. Oltre il Bilancio:
Logiche di contabilità industriale
Connessione con la redditività effettiva da commesse, clienti, prodotti/servizi e aree di business

4. Gestione Manageriale del Business:
Dalla visione operativa a quella programmatica
Ruolo del budget come strumento di supporto alla strategia d’impresa

5. Reporting e Sistemi di Controllo delle Performance:
Utilizzo dei numeri per decisioni strutturate nell’ambito business.

DURATA 16 ore

1. Elementi di Base della Strategia d’Impresa:
Dal processo di strategic management all’applicazione operativa

2. Strategic Positioning:
Analisi in logica operativa e manageriale
Connessione con l’economics d’impresa e il benchmarking competitivo

3. Analisi dell’Ambiente Esterno:
Strumenti per codificare le logiche strategiche alla base di un business

4. Oltre la Strategia Convenzionale:
Dalla lettura dell’ambiente esterno al set-up del business model

5. Business Model Design e Strategic Management Process:
(Ri)progettazione di un’azienda
Integrazione in un modello di business esistente

6. Business Model Design e Strategic Management Process:
Dalla pianificazione di un business al suo scale-up nei mercati internazionali

DURATA 12 ore

Il corso consente di acquisire le conoscenze di contabilità gestionale finalizzate a formare operatori in grado di agire in modo autonomo nella rilevazione e trasmissione di informazioni inerenti i costi e i ricavi.
Al momento dell’iscrizione al corso, ci sarà una verifica dei requisiti formali e una valutazione del livello di conoscenza dei contenuti tramite colloquio con il Formatore.

Durante il corso saranno trattati i seguenti argomenti:
Introduzione al controllo di gestione (budget, reporting, e analisi degli scostamenti) e collegamenti con la contabilità generale
Classificazione dei costi (effettivi/standard, preventivi/consuntivi, variabili/fissi, diretti/indiretti)
Full Costing
Direct Costing (colli di bottiglia)
Break even analysis
Budget commerciale (vendite e costi commerciali, rilevazione scostamenti)
Budget della produzione (materie prime, manodopera, costi comuni, rilevazione scostamenti)
Budget e controllo della finanza

DURATA 12 ore

La capacità di un’impresa di programmare le proprie scelte future attraverso la corretta e consapevole stesura di un business plan è uno strumento informativo molto potente sia verso l’interno che verso l’esterno, non ultimo per ottenere la concessione di credito. Tuttavia, la costruzione del business plan è un’attività strategica di grande complessità e spesso relegato ad un esercizio di stile realizzato per raccontare ciò che si pensa la banca voglia sentirsi dire.
Il business plan non è solo una raccolta di numeri che forniscono un segno “più” nell’ultima cella del foglio excel, ma è innanzitutto la descrizione accurata di ciò che l’azienda vuole proporre al proprio mercato, fornendo motivi convincenti secondo cui quest’ultimo possa riconoscervi un valore. Solo così la banca potrà credere e dar credito all’impresa.
L’intervento presenta e analizza i principi guida di una corretta redazione del piano, mostrando gli approcci più utilizzati e fornendo esempi pratici attraverso cui chiarire gli errori più comuni.

All’interno del corso verranno trattati i seguenti argomenti:
1. Elementi del Business Plan:
Composizione del piano d’impresa

2. Sezione Qualitativa Vs. Quantitativa:
Differenze e integrazione tra analisi qualitativa e quantitativa

3. Creazione e Sviluppo dell’Analisi Qualitativa:
Focus sugli elementi principali dell’analisi qualitativa

4. Importanza del Piano di Fattibilità:
Aspetti economici, finanziari e patrimoniali

5. Presentazione del Business Plan a Terzi:
Illustrazione del piano a potenziali interessati come proprietari, corporate board e investitori

6. Utilizzo del Business Plan in Azienda:
Dalla prospettiva imprenditoriale a quella manageriale

DURATA 16 ore

Quanto mi costa produrre un singolo pezzo? Ho redatto un preventivo corretto? Quale margine di guadagno è rimasto sull’erogazione del mio servizio?
Tutti si pongono domande di questo tipo, il problema sono le risposte! La corretta analisi della redditività non può essere relegata ad una semplice misurazione delle performance economiche aziendali, ma è lo strumento per operare scelte consapevoli relative al futuro di un’impresa. La scienza del controllo di gestione ha creato più strumenti per rispondere ad esigenze in continua evoluzione, per meglio modellare la crescente complessità aziendale nonché per comprendere il valore di progetti a valenza strategica non immediatamente portatori di risultati economici tangibili. Il corso accompagna alla comprensione di tali strumenti e alla scelta di quelli più adeguati per la propria realtà.

Informatica & digital

La formazione in ambito informatico & digital ha l’obiettivo di fornire le conoscenze base e avanzate sugli applicativi e gli strumenti digitali più richiesti ed utilizzati. I corsi forniscono ai lavoratori competenze specifiche e favoriscono la creazione di un metodo per la risoluzione dei problemi e lo sviluppo del pensiero logico.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

DURATA 24 ore

MS SQL Server è uno dei più diffusi e importanti Database al mondo. L’ambiente SQL Server viene utilizzato nelle aziende, a qualsiasi livello, per supportare le più diverse applicazioni, sia in ambito Locale che in Cloud. Il corso si focalizza sulle funzionalità e sugli strumenti di SQL Server dedicati alla creazione, gestione e manutenzione del database.

L’obiettivo è permettere ai partecipanti di usare l’RDBMS Microsoft e l’interfaccia SSMS per tradurre un progetto di database in un DB SQL Server funzionante completo di Viste, Triggers, UDF e Stored Procedures.

DURATA 16 ore

Il corso fornisce strumenti e concetti per comprendere come avviare, gestire e pianificare qualsiasi tipologia di progetto. Project consente di esaminare tutte le caratteristiche progettuali, valutando le risorse e i carichi di lavoro per assicurarsi che tutto all’interno del progetto stia rispettando le tempistiche ed il monte budget. Imparerai un nuovo modo di lavorare e concepire il processo ideale per una buona riuscita del risultato finale ed infine sarai in grado di assimilare i concetti di Project Management in pochissimo tempo con il vantaggio di applicarli alla tua vita professionale.

Il corso base è composto da 6 moduli di apprendimento che tendono a sviluppare le seguenti finalità:

  • Utilizzare e gestire Microsoft Project nei processi di Definizione, Pianificazione, Esecuzione, Controllo e Chiusura di un progetto.
  • Gestire in piena autonomia progetti complessi con calcolo di costi e tempi di tutte le fasi che compongono il progetto.
  • Controllare la qualità dell’utilizzo delle risorse impiegate.
  • Costruire il sistema di reporting di progetto.
  • Gestire più progetti contemporaneamente

DURATA 11 ore

Microsoft PowerPoint è un programma largamente diffuso nel mondo del lavoro per realizzare con facilità documenti multimediali. Le presentazioni PowerPoint consentono di comunicare attraverso slide formazione, progetti, idee, e contenuti, incorporando testo, immagini, grafici, filmati, audio con animazioni. Il corso spiega gli elementi fondamentali della presentazione al computer, facendo contemporaneamente apprendere l’uso di PowerPoint, anche nelle sue caratteristiche più avanzate.

Il corso conduce ad una conoscenza completa ed approfondita del software consentendo di utilizzarne pienamente le potenzialità grafiche e multimediali, animazioni e funzionalità avanzate.

Lingue straniere business

La formazione, effettuata in forma individuale o di gruppo, viene programmata ad hoc relativamente alle esigenze del manager ed il business di riferimento.

A chi sono rivolti? Manager, quadri, dirigenti e più in generale a tutti coloro che svolgono funzioni direzionali

INGLESE
FRANCESE
SPAGNOLO
PORTOGHESE
ALTRE LINGUE SU RICHIESTA

DURATA 12 ore

Il corso ha come obiettivo il miglioramento dell’utilizzo della lingua straniera in ambito professionale, fornendo la terminologia e le informazioni necessarie per comunicare sia a livello scritto che orale, in forma corretta e fluente. Il partecipante acquisirà la padronanza del vocabolario specializzato e le strutture grammaticali tipiche della comunicazione d’impresa, così come le particolarità della corrispondenza commerciale, delle conversazioni telefoniche e delle riunioni di lavoro. La formazione prevederà l’alternanza tra teoria e simulazioni reali che consentiranno di acquisire in forma facilitata e più rapida gli automatismi necessari per l’utilizzo di un vocabolario adeguato ad ogni situazione lavorativa.
Il corso è proposto in forma individuale.
Da definire e personalizzare in relazione alla conoscenza della lingua e agli obiettivi da traguardare

Potrebbe interessarti anche: