Studenti premiati da Samsung nel progetto "Let's app"

 

Chef Rubio con i nostri studenti al Fuorisalone 2017

 

Gli studenti di informatica/elettronica a un workshop di Samsung

 

Cerimonia diplomi per elettricisti, elettronici e automazioni industriali al teatro Oscar

 

Le creazioni natalizie dei nostri studenti a Palazzo Sormani

 

Il poeta Franco Loi con Francesco Guazzo, un vincitore del premio Galdus

 

Evento: #NONSAICHETEPERDI 2017

 

Il regista Maurizio Nichetti in visita alla nostra scuola

 

Il sindaco Sala in mezzo agli studenti di oreficeria

 

I nostri studenti vincono il 1° premio a Ristor Expo

 

Studenti in auditorium

 

Gli studenti partecipano alla Stramilano

1
1

Cosa pensano di Galdus gli operatori che vi lavorano…

Mi piace lavorare in Galdus per la grande attenzione dedicata a questi ragazzi che si devono formare per il loro futuro e per mondo del lavoro, a volte una vera sfida... ma che da' tante soddisfazioni!!

Luca, insegnante di informatica.

Lavoro in Galdus dal 2010, ed ancora mi sorprendo di come ogni giorno il nostro lavoro costruisca con pazienza, cura e bellezza il futuro di tanti ragazzi con i quali percorriamo un pezzo di vita.

Marina, addetta all’accoglienza dei ragazzi.

"...si uniscono in modo efficace didattica digitale e attenzione agli studenti"
"...si cerca di mettere sempre al centro quello che è meglio per l'allievo"
"... hai la possibilità di crescere in una comunità fatta da adulti e da studenti"
"...se hai un'idea per coinvolgere gli studenti, sei sempre incoraggiato a trasformarla in realtà"

Alfredo, insegnante di programmazione.

Mi piace lavorare presso la scuola Galdus perché, al di là delle sfide didattiche, si può praticare il "mestiere" del diventare grandi. Ogni ragazzo porta con sé, quotidianamente, le proprie domande unite al bisogno di capire ed interpretare quello che accade intorno a loro e nel mondo. Per alcuni le domande sono già chiare, altri cominciano ad interrogarsi...
Il processo che nasce contribuisce alla crescita degli studenti e di noi adulti, invitandoci a confrontarci, interrogarci e a cercare...Quasi mai il processo si conclude al termine del percorso didattico: gli spunti ci accompagnano anche nel futuro, dandoci la possibilità di crescere, consolidare le nostre certezze, favorire la nascita di nuovi punti di visuale e nuove domande.

Matteo, insegnante di matematica.

Sono rimasto colpito dalla serietà del vostro impegno professionale e umano.

Intendo dire che ho riscontrato un’autentica passione educativa nei confronti dei vostri studenti, e attenzione intelligente e disinteressata al loro compimento come persone.Ho visto anche un notevole spirito di squadra tra gli insegnanti. Il che è cosa rara….e preziosa.

Gianfranco, insegnante di matematica